L’ARTE DELLA RICERCA

Hotel Golden Palace in Via dell’Arcivescovado 18, Torino
29 settembre 2017
19:30

Nella percezione comune scienza e arte sono collocate ad estremi opposti della nostra visione del mondo. Durante l’evento scopriremo come il linguaggio scientifico sia contaminato dal linguaggio artistico e come entrambi tendano alla conoscenza della realtà.

“L’Arte della Ricerca” è una mostra interattiva durante la quale potremo sperimentare una nuova visione della scienza come forma d’arte, grazie all’esperienza emotiva delle opere dell’artista Aqua Aura, elaborate da immagini scientifiche, e il racconto dell’evoluzione dell’imaging nella ricerca scientifica del Prof. Adriano Chiò, neurologo e docente dell’Università di Torino e ricercatore di fama internazionale in ambito SLA.

Aqua Aura mostrerà come nascono le sue opere, come si sviluppano a partire da immagini scientifiche ottenute grazie alle nuove tecnologie e ai microscopi, poi elaborate e arricchite per permettere di guardare la realtà attraverso gli occhi dell’arte e cambiare così la prospettiva delle cose.

Parallelamente il Prof. Chiò racconterà gli sviluppi delle tecnologie di immagine che hanno permesso di vivere e comprendere l’invisibile di epoche passate, grazie all’evoluzione di nuove tecniche di colorazione dei tessuti e di imaging diagnostico. Le immagini mostreranno come l’innovazione tecnologica ha reso accessibile e interpretabile l’infinitamente piccolo e permetteranno di apprezzare la bellezza del nostro sistema nervoso.

Il linguaggio oggettivo della scienza si unisce così a quello emotivo dell’arte, creando un’esperienza tesa a evidenziare l’importanza e il fascino della ricerca scientifica che utilizza le opere d’arte per mostrarci che “fare ricerca è anche una forma d’arte”.

AriSLA – Fondazione Italiana di ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica – promuove questo evento nell’ambito delle azioni di promozione e divulgazione della conoscenza scientifica previste dalla sua mission.