L’epidemia della disinformazione scientifica

L’uso responsabile delle informazioni scientifiche nell’era della comunicazione

Può un cittadino fidarsi delle notizie medico-scientifiche che quotidianamente vengono riportate da mass media e social network? In una Società dove tutti possono accedere ad una miriade di informazioni tramite internet e possono a loro volta contribuire alla propagazione delle notizie tramite i social network, i cittadini si trovano spesso da soli nel momento in cui devono valutare la qualità dell’informazione scientifica che viene loro proposta e capire come questa possa eventualmente incidere sulle loro scelte personali. Un compito reso ancora più arduo dal semplicismo con cui a volte anche i mezzi di informazione tradizionali presentano i risultati della Ricerca. Prendendo spunto da alcuni temi di Sanità Pubblica che hanno suscitato recentemente controversie, come la presunta pericolosità dei vaccini e la dichiarazione dell’Organizzazione Mondiale di Sanità sulla possibile cancerogenicità della carne rossa, la conferenza fornisce ai cittadini alcuni strumenti per valutare la fondatezza delle informazioni di carattere medico-scientifico che appaiono sui mezzi di informazione e afferrarne le possibili ricadute pratiche. Obbiettivo finale è quello di mettere i cittadini in grado di compiere scelte più responsabili in ambito di salute.

DISIT – V.le Teresa Michel 11 – Aula 202

Contatti:

Francesco Barone Adesi