Il Centro regionale di castanicoltura

Fin da 1978, grazie alla collaborazione tra Enti locali, Regione Piemonte e Università di Torino sono stati attivati e sostenuti interventi tecnici, economici e di ricerca in favore della castanicoltura, finalizzati alla valorizzazione del castagno albero da frutto e da legno, componente indispensabile dell’ambiente.
A seguito di tali esperienze, si è affermata l’esigenza di un centro per coordinare ed implementare le attività di ricerca e di formazione-divulgazione sul castagno.
Il Centro Regionale di Castanicoltura, costituito nel 2005, ha uno sportello counceling a Cuneo presso il DISAFA dell’Università degli Studi di Torino e sede operativa presso il Vivaio Regionale Gambarello (Chiusa Pesio – CN).
L’attività consisterà nella presentazione delle azioni del Centro e della castanicoltura tradizionale e moderna in Piemonte, mediante mostra di piante, frutti, immagini, poster e collegamento online.
I ragazzi avranno la possibilità di confrontarsi di persona con personale ricercatore e tecnici del vivaio del Centro Regionale di Castanicoltura che descriveranno le tecniche studiate e messe a punto per la produzione vivaistica e per la valutazione qualitativa dei frutti.
La specie Castanea e le numerose cultivar di C. sativa presenti in Piemonte saranno descritte dal punto di vista agronomico e qualitativo, con particolare attenzione ai parametri organolettici valutati utilizzando il laboratorio di analisi sensoriale della sede di Cuneo Università.