IL GRANDE VARIETÀ DELLA RICERCA

Aula Magna del Rettorato dell’Università di Torino, via Po 17
30 settembre 2016
22.00

Fa leva sull’immaginario del pubblico e si ispira all’avanspettacolo e al cabaret d’inizio  secolo. È un inno all’essenza del teatro, al rapporto con il pubblico, al mistero che si cela dietro alla necessità di esibirsi. Ma è anche un’allegoria del teatro, un campionario di sensibilità artistiche e umanità diverse, che lascia spazio anzitutto alle capacità dei singoli interpreti di guadagnarsi il pubblico.

Per questo il Varietà del Teatro della Caduta è il luogo ideale per dare spazio alla ricerca, da inserire nel palinsesto di una serata speciale: la Notte Europea dei Ricercatori.

Un manipolo di astrofisici, farmacologi, linguisti e biologi è pronto a sfidare pubblico e artisti per raccontare la ricerca in modo creativo e divertente: performance danzanti, rocamboleschi tuffi nelle letterature più remote e magiche illusioni biologiche saranno il sale di questa edizione speciale del Varietà, nella quale non mancheranno gli strampalati personaggi che da anni popolano questo “gioioso spettacolo d’arte varia”.

Con:

Tango Argentino per un Invecchiamento Attivo
Giorgio R. Merlo, Dipartimento Biotecnologie dell’Università di Torino e HackUniTo for ageing

L’universo: un posto mica tanto tranquillo!
Simona Romaniello, Infini.to – Planetario di Torino

Environmental Humanities
Carmen Concilio, Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne

La galenica nel magico mondo della ricerca
Marco Sapino, Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco

Analizziamo l’amore!
Silvia De Francia, Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche
Grigoris Kokkoris, Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi

E con loro gli straordinari artisti del Teatro della Caduta:
Francesco Giorda, Benjamin Delmas, Mister David, Giorgia Goldini e Andrea Gattico.

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.